Il Chūgen

Perché aspettare Natale quando esiste il regalo di metà Luglio?

In Giappone, oltre alle festività nazionali, esistono alcuni eventi (nenjūgyō 年中行事), che arricchiscono tutto l’anno di riti codificati durante i secoli passati. Cogliendo l’occasione di pubblicare un articolo proprio oggi, 15 Luglio, mi sembrava giusto e inevitabile parlare della ricorrenza di questo mese e una tra le più carine (per non dire fruttanti economicamente) in assoluto, ovvero il chūgen 中元 (= metà anno), medesimo termine che designa anche il protagonista stesso di questo evento, ovvero: il regalo, il dono che si porge a metà dell’anno.

In origine, secondo il calendario lunare, il chūgen sarebbe dovuto iniziare dal quindicesimo giorno del settimo mese, ma in seguito, con l’adozione di quello gregoriano, si decise di accettare come convenzione la data del 15 Luglio.

Il senso dell’usanza è molto semplice: nei confronti di persone per cui ti sei sentito riconoscente, come parenti, superiori, colleghi di lavoro o vecchi amici, si fa un regalo, che può essere sia acquistato nei negozi e mandato per posta sia confezionato e consegnato personalmente (scelta ovviamente considerata più cortese). Rappresenta un gesto di riconoscenza, ma anche un motivo di rinnovamento dei buoni rapporti instauratisi con una determinata persona.

Tralasciando il business e dunque il lato consumistico che inevitabilmente si viene a creare con la vendita, il significato del chūgen è in verità assai profondo perché è strettamente legato ad antiche pratiche e concezioni filosofiche taoiste e buddhiste. Originariamente la cerimonia coincideva con il compleanno dell’imperatore, il quale aveva il compito di espiare i crimini commessi e di intercedere in favore dei morti che in vita si macchiarono di certi delitti. Poi con il buddhismo, tale pratica servì per onorare gli antenati, fino al periodo Edo (1603-1868), in cui oltre i propri defunti, si fece forte l’abitudine di offrire doni anche agli uomini con cui si stringeva rapporti commerciali. Non è un caso, infatti, che ancora oggi ci sia un legame tra chūgen e obon お盆 (la festa dei morti che va dal 13 al 15 di Luglio e di Agosto).

Forse, cari lettori di ITAPPON, dovremmo prendere esempio dai Giapponesi. Quanto sarebbe bello in questi giorni estivi mettersi a cercare un pensierino, anche di pochi euro, e regalarlo a coloro che stimi e che ti hanno aiutato, senza aspettare magari che arrivi Dicembre per il solito regalo di Natale! Loro si sentirebbero piacevolmente sorpresi e coccolati, noi ci saremmo gustati il privilegio di ideare un simpatico e inconsueto attimo di tenerezza.

Teo

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s