I d(o)rama

Il dorama di Hanazakari no Kimitachi e (2007-2008)

I dorama (ドラマ) o terebi dorama (テレビドラマ, letteralmente “dramma televisivo”) sono tutte quelle serie televisive prodotte in Asia (Giappone, Cina, Corea, Taiwan). Il termine deriva dall’inglese “drama”, tuttavia il significato non fa riferimento al “dramma” ma al termine più generale di “telefilm o serie TV”.

Le caratteristiche principali

I dorama si suddividono per stagione (il numero massimo di drama è di circa 20 per stagione):

  • Invernale (da Gennaio a Marzo);
  • Primaverile (da Aprile a Giugno);
  • Estivo (da Luglio a Settembre);
  • Autunnale (da Ottobre a Dicembre).

Le tipologie di dorama sono:

    • asadora (朝 asa “mattino” e ドラ dora “dorama”): trasmesse dall’emittente nazionale NHK, queste serie possono arrivare anche fino a 150 puntate di circa 15 minuti l’una e vanno in onda ogni mattina (esclusa la domenica) dalle 8.15 alle 8.30 per 6 mesi. Trattano tematiche generalmente semplici e leggere;
Shinsengumi! (2004), taiga jidaigeki
  • taiga (大河 letteralmente “grande fiume”): sono serie televisive di 50 episodi trasmesse durante tutto l’arco dell’anno (quindi 1 volta a settimana), e durano 45 minuti ciascuno. Trattano tematiche storiche e si soffermano su particolari personaggi storici o precise epoche della storia giapponese (tema ricorrente è quello dei samurai, e le epoche predilette sono il perido Edo, il periodo Sengoku e il periodo Meiji);
  • renzoku (連続, letteralmente “continuità, successione”): è la forma classica di dorama, costituita da 11-12 episodi che hanno una durata variabile dai 45 ai 60 minuti ciascuna. Vengono trasmessi alla sera, una volta alla settimana per un periodo di circa 3 mesi. I temi trattati sono molteplici;
  • tampatsu (単発): non sono altro che i nostri “film televisivi”. Si tratta di una storia che viene messa in onda in una volta o al massimo in poche sere consecutive. Può essere un racconto a sé oppure lo special di un renzoku;
  • special: se la serie televisiva ha avuto successo, è probabile che dopo l’ultimo episodio ne segua un altro, detto appunto “special”, che funga da epilogo della storia. Le tematiche trattate seguono il filo conduttore della serie a cui fanno riferimento.

I generi del dorama sono molteplici. Vi presento alcuni esempi:

  • familiare;
  • scolastico;
  • poliziesco;
  • di tendenza o alla moda (scopo principale è quello di immedesimarsi nei personaggi);
  • tragico;
  • di carriera;
  • storico.

Una mia opinione: se avete modo, provate a guardarvene qualcuno! Proprio perché trattano varie tematiche, ce ne sono per tutti i gusti!! 😀
E poi, se volete tenere in allenamento l’ascolto e ampliare il vostro vocabolario, guardare i dorama è un modo utile e divertente (soprattutto gli asadora e i renzoku)! Insomma, come si suol dire 一石二鳥 (“isseki nichou”, ossia “Prendere due piccioni con una fava”)!!! 🙂

Fra

PS: Chiara consiglia il sito DramaWiki molto ricco di informazioni su j-drama (drama giapponesi) e di altre Nazioni (come i k-drama).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s