Onsen

Uno dei luoghi più caratteristici del Giappone sono le 温泉 (Onsen, “sorgenti termali”): amate dai Giapponesi, rappresentano un’attrazione turistica per tutti coloro che vogliono prendersi una pausa dalla frenetica routine delle grandi città, e riassaporare quella tranquillità che si può trovare solo lontano dalle moderne tecnologie. Spesso situati in luoghi rurali e montani, questi centri termali sono famosi per la loro acqua e per il cibo che rispecchia le tradizioni culinarie del posto.

L’acqua delle onsen proviene da sorgenti riscaldate geo-termicamente, ed è quindi ricca di zolfo, sostanza che rende la pelle liscia e vellutata ( “la pelle è liscia e vellutata” in giapponese viene indicata con l’espressione「肌がすべすべする」, “Hada ga subesube suru”). All’acqua termale delle onsen sono attribuite anche proprietà curative grazie ai numerosi minerali in essa contenuti.
Le onsen possono avere:

  • bagni all’aperto (detti Rotenburo 露天風呂, che prevedono vasche di roccia all’aperto senza la presenza di tetti o recinti, o Notenburo 野天風呂, che sono delle vasche all’aperto) per permettere la visione del paesaggio circostante (molto belle anche in inverno, soprattutto con il contrasto tra il freddo del paesaggio innevato e il caldo dell’acqua termale! );
  • bagni coperti (dentro stanze più o meno ampie).

Possono essere, inoltre, pubbliche (dette Sento 線都, gestiti dal municipio del paese) o private (dette Uchiyu 内湯, gestite dagli alberghi locali, i Ryokan 旅館).

Alcuni consigli che è bene tenere a mente quando si va alle onsen:

  1. prima di entrare nella vasca, è buona educazione (e rispettoso per chi è già all’interno) lavarsi e risciacquarsi il corpo; ogni bagno termale è fornito di rubinetti e postazioni apposite su cui sedersi;
  2. in gran parte delle onsen è vietato entrare nella vasca con addosso il costume o l’asciugamano; questo perché vi è la convinzione che tutto ciò che non fa parte del corpo non debba entrare in contatto con l’acqua calda delle vasche per non contaminarla;
  3. è concesso portarsi un asciugamano (spesso utilizzato per coprirsi nel tragitto dagli spogliatoi alla vasca); è poi abitudine metterlo al bordo della vasca o metterselo in testa;
  4. si può parlare tranquillamente, ricordandosi però di non esagerare con il volume della voce (perché motivo principale per cui si va alle terme è appunto quello di rilassarsi);
  5. in alcune onsen è vietato entrare se si hanno tatuaggi perché la loro presenza è ricondotta agli yakuza; sono però tollerati quelli piccoli e non troppo esposti, è quindi bene chiedere se è possibile entrare ugualmente;
  6. se decidete di andare a fare un weekend o più giorni alle terme, e se desiderate totale tranquillità mentre fate il bagno, l’orario consigliato è dalle 18 perché coincide con l’ora di cena;
  7. ultimo ma non meno importante: cercate di non stare in acqua per troppo tempo perché le temperature arrivano anche ai 50° C: rischiereste di avere un collasso! ^^’
Fra
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s