“Orizuru Tower”, un nuovo luogo da visitare a Hiroshima

Oggi vi parlo di un nuovo luogo inaugurato proprio quest’estate a Hiroshima che si chiama Orizuru Tower, cioè “Torre del cigno in origami” (termine che si rifà all’arte di creare oggetti con un quadrato di carta, appunto all’origami).

1 Facciata.jpg
Facciata

In cima a questa torre troverete una grande terrazza dalla quale potrete avere un’ampia visuale dall’alto del Parco della Pace e, guardando verso il basso, invece, il Duomo della Bomba Atomica che rappresenta ancora oggi la devastante forza distruttiva della prima Bomba Atomica sganciata sulla cittadina di Hiroshima il 6 agosto 1945.

Dopo questo primo excursus storico, passiamo a parlare più nel dettaglio di questo nuovo luogo.

Dove si trova?

Lo trovate proprio accanto al Duomo della Bomba Atomica, raggiungibile con diverse linee del tram scendendo alla fermata “Genbaku Dome Mae”. Insomma, è esattamente nel centro di Hiroshima. Dalla stazione JR Hiroshima, ci potete arrivare in 15 minuti circa sia col tram che con l’autobus.

Che cosa potete trovare là?

Nella torre troverete diversi negozi. Alcuni piani sono adibiti esclusivamente a ufficio (sono pertanto accessibili solo il pianoterra, l’undicesimo e la terrazza che funge da belvedere).

2 Pianoterra.jpg
Piano terra

Al pianoterra potrete acquistare souvenir provenienti da diverse zone di Hiroshima: da oggettistica molto particolare, ad accessori tradizionali giapponesi, fino all’immancabile cibo. C’è anche una caffetteria chiamata “Akushu Cafe” (“akushu” in giapponese significa “stringersi le mani”). Qui troverete una vasta gamma di cibo locale e regionale presentato in maniera creativa. I prezzi partono da 300-400 yen, equivalenti a €3,00 circa.

3 terrazza.jpg
Terrazza

Dal pianoterra sarete invitati a salire nell’ascensore che vi porterà direttamente al piano belvedere nell’attico. Da qui potrete godere di un vastissimo panorama della città a (quasi) 360°. La novità di quest’edificio sta proprio nel fatto che la panoramica è dall’alto, cosa non possibile fino a quest’anno. Dal mio punto di vista di cittadino di Hiroshima, quest’edificio mi piace moltissimo.

A pagamento

La tariffa per salire sulla torre è 1.700 yen per gli adulti e varia tra 500 yen e 900 yen a seconda dell’età per bambini, ragazzini e ragazzi.

Se volete cimentarvi nell’arte degli orgami, al costo di 500 yen (600 yen se non avete pagato all’ingresso ma solo dopo che siete saliti su all’attico) potrete creare un orizuru, un cigno in origami, che sarà poi posizionato in un piccolo spazio apposta che si chiama Orizuru no Kabe, la parete riempita dai cigni in carta.

In questo modo, potrete lasciare un vostro pensiero e/o desiderio attraverso il cigno che avrete creato anche dopo che sarete tornati in Italia.

Tutti i pagamenti possono essere fatti anche tramite carta di credito.

4 Orizuru no Kabe.jpg
Orizuru no Kabe

Epicentro in aria

5 epicentro.jpg
Epicentro della Bomba Atomica

All’undicesimo piano e in un piccolo spazio un po’ appartato, c’è una vetrina attraverso la quale, alzando un po’ lo sguardo, potrete vedere dov’era l’epicentro della Bomba Atomica che si dice fosse a circa 600 metri d’altezza sull’ospedale Shima. Probabilmente, questo vi aiuterà a immaginare più realmente com’è accaduto il disastro quel fatidico giorno.

Il personale gentile

Non dovrei chiudere questo articolo senza raccontarvi del personale gentile e sorridente che vi assisterà dovunque dentro la torre. Potrete chiedere qualsiasi cosa a loro e vi aiuteranno senza alcun problema. In realtà, la torre in questi giorni è solo in apertura anticipata: l’apertura ufficiale sarà il 23 settembre. Troverete comunque il personale addetto pronto ad accogliervi.

6 Una veduta dall'alto delledificio.jpg
Veduta dall’alto dell’edificio

Ultimamente Hiroshima, forse grazie anche al Presidente Obama, sta diventando sempre più famosa non solo per la tragedia storica che la caratterizza, ma anche per il turismo nazionale e internazionale. Infatti questa città adesso riesce a far convivere il passato e il presente in maniera esemplare.

Mi fermo qui sperando che questo articolo vi sia utile per ripensare alla Hiroshima di ora e a quella di allora.

 

Ken

 

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s