Andare in Giappone è facile! – Il visto per il Giappone

Gli “addetti al lavoro” e coloro che hanno avuto contatti con il mondo giapponese, probabilmente conosceranno già le fasi per prepararsi a un viaggio nel Paese del Sol Levante. Per tutti gli altri, c’è ITAPPON a dare una mano! In questo articolo si spiegherà brevemente come procurarsi un visto per il Giappone.

Per i cittadini italiani che si recano in Giappone per motivi turistici è molto semplice: se si fa un viaggio che non superi la durata di 3 mesi (90 giorni), non è necessario fare alcunché, perché il visto viene applicato sul passaporto una volta atterrati in un aeroporto giapponese. Bisogna perciò accertarsi che il passaporto sia in corso di validità.

Per tutti gli altri casi, invece, la cosa si “complica” perché bisogna fornirsi del visto precedentemente. Ci sono due possibilità: o ci si rivolge agli uffici dell’ambasciato o del consolato oppure si può richiedere alle Autorità di Immigrazione giapponese un documento chiamato “Certificato di Eleggibilità”, rilasciato nel caso in cui venga presentato un regolare contratto di lavoro stipulato da un titolare giapponese oppure, nel caso di viaggi di studio o di ricerca, un invito da parte di un’istituzione scolastica o università. La seconda opzione è vantaggiosa perché richiede tempi più veloci (dai 60 ai 90 giorni per ottenere il certificato) e una volta ottenuto il Certificato di Eleggibilità, la persona interessata può direttamente presentarlo assieme a passaporto e una fototessera presso l’Ufficio Visti del Consolato.

Le categorie di visti possibili sono le seguenti:

1. Visti lavorativi
Status di residenza:

  • Professore/Insegnate/Istruttore
  • Artista
  • Attività religiose
  • Giornalista
  • Imprenditore/Attività manageriali
  • Ricercatore scientifico
  • Ingegnere
  • Specialisti in campo giuridico, economico e sociologico
  • Trasferimenti in aziende o filiali
  • Sportivo/Entertainer
  • Lavoratore in ambito della ristorazione

2. Visto per visita temporanea

3. Visto di transito (in transito per altra destinazione)

4. Visto Generale
Per attività culturali/di studio/di training tecnico e amministrativo/visita ai familiari.

5. Visto Speciale

  • attività lavorative in campi specifici
  • familiari di cittadini giapponesi
  • familiari di cittadini residenti permanenti
  • residenti a lungo termine

In ogni caso, per maggiori informazioni riguardanti il visto, i contatti e gli orari di ufficio, si rimanda alla pagina dell’Ambasciata Giapponese a Roma o del Consolato a Milano.

Teo

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s